Regione Veneto

Segnalazione guasti illuminazione pubblica

Servizi a ReteSAR, società del Gruppo AIM, si è aggiudicata (in qualità di impresa mandataria del Raggruppamento Temporaneo d’Impresa, formato insieme alle società GDS Lighting New Generation), una importante gara del valore di circa 7 milioni di euro per la riqualificazione energetica e gestione degli impianti di pubblica illuminazione in 15 comuni della provincia di Padova e in un comune della provincia di Rovigo, tramite la modalità denominata project financing(finanza di progetto).
 
La procedura di gara ha visto una prima selezione di pre-qualificazione, a cui hanno partecipato 14 soggetti. Alla seconda fase si sono presentati con una propria offerta sei ditte tra cui
multiutility nazionali ed imprese collegate ad importanti gruppi europei.
 
Servizi a Rete SAR, in accordo con due imprese vicentine, si è aggiudicata il miglior punteggio sia nella parte tecnica che nella parte economica, con ampio distacco rispetto al 2° classificato, dimostrando capacità professionale e competitività in un mercato in forte espansione, caratterizzato dall’innovazione sui temi del risparmio energetico.
 
Il progetto complessivo prevede la sostituzione di oltre 20.000 punti luce di cui 2.000 luci per l’illuminazione votiva in alcuni plessi cimiteriali, per complessivi 2,2 Megawatt di potenza installata. La lunghezza delle strade interessate è dicirca 550 Km; i comuni interessati sono 16 per una popolazione servita di oltre 100.000 abitanti, In termini ambientali, si stima una riduzione di CO2, quale gas serra, di 1.890 tonnellate/anno checaratterizzano la qualità anche in termini ambientali del progetto che verrà realizzato. Il risparmio energetico ottenibile attraverso le nuove tecnologie illuminotecniche e di controllo del flusso luminoso, sarà di oltre il 70%.
Per il Comune di BATTAGLIA TERME il progetto prevede la riqualificazione di circa 1.039 punti luce e una ricalibrazione del funzionamento giornaliero, con un risparmio energetico ottenibile di oltre il 75%, generando una riduzione di emissione di CO2 di quasi 98 tonnellate CO2/anno.


Con un investimento stimato in oltre 360.000 euro, verranno verificati ed adeguati anche gli impianti ed i quadri elettrici nonché installato un sistema di telecontrollo in grado di interagire con ogni singola lampada. In tal modo si avrà il controllo dei parametri di funzionamento e la possibilità di una regolazione puntuale dove e quando necessario. La piattaforma informatica consentirà un monitoraggio costante dei punti luce spenti, fornendo informazioni giornaliere per la pianificazione delle manutenzioni e riparazioni.
 
L’intervento di rinnovamento tecnologico consentirà di sostituire le vecchie lampade a scarica (sodio e vapori di mercurio) con lampade dotate della più recente tecnologia a led, aventi la
caratteristica di garantire un elevato risparmio energetico in termini di elettricità consumata, contribuendo quindi a ridurre le quantità di gas serra generate per produrre energia da fonti non rinnovabili.

Segnalazion guasti:

torna all'inizio del contenuto