Regione Veneto

Cartello n. 5 Platano


 
            “ScopriAmo il Parco”                 n. 5

PLATANO

Mi presento, sono il Platano, un maestoso albero. Il mio nome deriva dal greco “platys”, che significa esteso, largo e piatto come le mie foglie, che sono molto ampie e palmate. Mi troverai spesso lungo le strade perché resisto molto bene allo smog, cresco in fretta e sono perfetto come pianta da ombra. Sono un albero secolare: potrei arrivare anche a 2.000 anni con un tronco che può raggiungere persino gli 8 metri di diametro. I miei frutti sono delle palline marroni che contengono tantissimi semi. La mia corteccia invece è inconfondibile per le macchie verdi e grigie che mi fanno sembrare vestito da militare. Il mio legno è facilmente lavorabile per fare mobili intagliati ed è utilizzato come legna da ardere o per produrre carbone, per il suo potere calorifico.
ACQUA TERMALE DEI COLLI EUGANEI
Cari amici, se vi guardate intorno capirete cosa sto per raccontarvi…
Vedete sulla destra del vapore che sale da una vasca rotonda? Vedete dietro di voi un grande stabilimento termale ormai chiuso da molti anni? Tutto questo ci racconta il passato e l’origine di questo Parco: l’acqua termale dei Colli Euganei! È un’acqua speciale perché può curare molte malattie, e queste fantastiche proprietà erano già conosciute sin dai tempi dei Paleoveneti (i Veneti antichi) e degli antichi Romani. L’insieme dei Comuni che fanno parte delle Terme Euganee sono: Abano Terme, Battaglia Terme, Galzignano Terme e Montegrotto Terme.
L’acqua che sgorga in questi paesi, appartiene alla categoria delle acque termali sotterranee profonde. Deve compiere un lungo viaggio per arrivare qui da noi: penetra nel sottosuolo nella zona dei Monti Lessini, nelle Prealpi Venete Vicentine e Veronesi; attraversa la roccia calcarea (permeabile), arriva fino ad una profondità di circa 3000 m acquistando 3 gradi ogni 100m, grazie al calore della terra (geotermia), raggiungendo una temperatura di 86 gradi. Il percorso che deve compiere è lungo circa 80 chilometri e può durare molti anni (le nuove teorie dicono più di 60). Lungo il percorso l’acqua si arricchisce di sali minerali e diventa SALSOBROMOIODICA, perché contiene soprattutto cloruro di sodio, iodio e bromo: la ricchezza delle sostanze disciolte rende l'acqua termale euganea unica al mondo! Le strutture termali prelevano l’acqua da 250 pozzi che sono perforati dentro alla roccia ed arrivano normalmente fino a 400-500 metri di profondità.
Le terapie che offrono SONO:
La balneoterapia: il paziente si immerge in una vasca individuale contenente acqua termale salsobromoiodica a 36-38 °C arricchita di ozono (un gas molto utile per aumentare le proprietà dell’acqua): serve per sciogliere le articolazioni, i movimenti, rilassare i muscoli e diminuire il dolore, stimolando la circolazione del sangue.
L'idrokinesiterapia: consiste nell'immersione del corpo del paziente in una piscina termale. Dentro l’acqua è più semplice svolgere esercizi di riabilitazione perché lo sforzo si percepisce meno e l'elevata temperatura, ha effetti rilassanti e antidolorifici per i muscoli.

Che FORTUNA avere questa risorsa naturale, utilissima per la salute di tutti!
 
La terapia inalatoria: l’acqua termale viene nebulizzata per curare e prevenire patologie di orecchi naso e gola: cura raffreddori, bronchiti, otiti e sinusiti.
INDOVINA INDOVINELLO

I quattro paesi ce l’hanno brevemente in coda!
Se vuoi ascoltare la mia voce   o leggere in inglese   , scannerizza e utilizza questo codice: 

If you want to listen to my voice 
  or read in English  , scan this code: 
torna all'inizio del contenuto