Regione Veneto

Derattizzazione


Il Comune interviene per il controllo della popolazione murina mediante periodici interventi di derattizzazione sulle aree pubbliche. La derattizzazione viene attuata mediante:
TRATTAMENTO
Si esegue con l'uso adeguato di esche in grado di attirare fortemente i roditori, racchiuse negli appositi rat-box inaccessibili agli altri animali no-target. L'appetibilità dell'esca ed il posizionamento corretto degli erogatori garantiscono l'elevato grado di successo.
MONITORAGGIO
Ad ogni trattamento segue un monitoraggio periodico delle postazioni per valutare il consumo delle esche e per sondare l'eventuale permanenza dei roditori. 

Postazioni Derattizzazione

COSA PUOI FARE TU!

Di seguito trovate alcuni accorgimenti consigliati ai privati per coadiuvare l’azione del Comune nel contenimento della proliferazione dei topi.

Sembrano consigli banali, ma molto spesso sono determinanti:
  • Se si hanno animali da cortile o domestici (galline, anatre, ecc. e cani, gatti) non lasciare mangimi a terra, ma contenerli in dispense sopraelevate e, possibilmente, rimuoverle o svuotarle durante la notte;
  • Non lasciare spazzatura in sacchi a terra, ma riporli in contenitori chiusi e puliti (non devono colare liquidi, neppure all’interno, perché l’odore è un forte attrattivo)
  • Eseguire lo sfalcio dell’erba e la potatura delle siepi regolarmente per evitare il formarsi di rifugi naturali (siepi folte, sterpaglie, accumuli di erba tagliata)
  • Le cataste di legno sono notoriamente un rifugio per piccoli topi di campagna, meglio evitarle o coprirle adeguatamente
  • durante il periodo invernale tenere le porte al piano terra quanto più chiuse possibile perché i topi, soprattutto le femmine gravide, tendono a cercare luoghi caldi per nidificare.
  • Non gettare assolutamente olio di fritture nel tombino più vicino casa (sembra strano ma succede spesso): è un cibo prelibato per topi!
  • Evitare in generale di accatastare materiale di qualsiasi tipo (anche nelle classiche casette in giardino): i topi cercano sempre spazi chiusi e appartati per vivere e riprodursi e, più in generale, vivono nello sporco e nel disordine.
  • Ultimo, ma non poco importante: considerare che il topo è un animale infestante, non riusciremo mai a liberarcene definitivamente, ma un buon contenimento della popolazione è certamente possibile (oltre che necessario alla salute pubblica)!
torna all'inizio del contenuto